fbpx

Iscriversi all’ A.I.R.E.

Si fa sempre un gran dibattito su che cosa sia l’ A.I.R.E. e chi debba iscriversi e in che tempi. Spesso perchè non ci si prende la responsabilità di documentarsi e si preferisce affidarsi “all’ amico che 20 anni fa si è trasferito a….e mi ha detto la verità”!! Qualcuno sorriderà, ma ahimè, qualche volta questa é stata la cruda realtà!!

A.I.R.E. = Anagrafe Italiani Residenti all’ Estero

Parliamo, quindi, di un organo strettamente ITALIANO che nulla ha a che fare con le Canarie, l’ Australia o l’ Inghilterra!!! E stando esclusivamente alla Legge Italiana, se ne evince che “TUTTI i cittadini italiani che risiedono all’ estero per un periodo superiore ai 12 mesi sono OBBLIGATI ad effettuare l’ iscrizione presso tale Ente”. Lo scopo è quello di informare il nostro Bel Paese del fatto che abbiamo istituito all’ estero la nostra residenza abituale. A questo punto l’ AIRE provvederà a comunicarlo al nostro ultimo Comune Italiano di residenza il quale procederà alla cancellazione della nostra residenza dai propri registri. Adesso siamo ufficialmente “cittadini del Mondo” essendoci staccati dalla nostra Patria sotto tutti i punti di vista. Anche quello sanitario!!!!

Questo che cosa comporta? Avendo acquisito la residenza all’ estero, si presuppone che la stessa sia stata accettata a seguito della “dimostrazione” che siamo economicamente autosufficienti (ti rimando all’ articolo sul tema N.I.E.), pertanto in Canaria avrò il mio medico di base con tutta la copertura sanitaria del caso. Ma se dovessi tornare in Italia? Avendo effettuato l’ iscrizione all’ A.I.R.E. in Italia sarei considerato come un “turista”, pertanto, in caso di necessità, sarei comunque assistito da tutte le strutture pubbliche mediante l’ accesso al Pronto Soccorso ma non avrei più diritto al mio Medico di Base.

Detto questo, molti nostri connazionali, non effettuano l’ iscrizione all’ A.I.R.E. per molteplici ragioni: “non voglio far sapere all’ Italia dove sono” (come se non lo sapesse visto che siamo in Comunità Europea, ndr), “desidero mantenere i miei diritti in Italia”, “non mi serve a niente”.

Ricordiamo che iscriversi all’ A.I.R.E. è OBBLIGATORIO per tutti, che poi qualcuno decida di soprassedere a ciò che dice la legge è una sua responsabilità che non potrà essere intesa come un esempio da seguire. Essere iscritti permette di poter gestire in loco il rinnovo dei documenti d’ identità così come poter ricevere la cartella elettorale e poter quindi esercitare il proprio diritto al voto anche vivendo all’ estero.

Di seguito il link al quale fare riferimento per tutte le informazioni e modalità di utilizzo:

Consolato Madrid

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *